• slide1.png
  • Slide2.png
  • Slide3.png
  • Slide4.png
  • Slide5.png
  • Slide6.png
  • Slide7.png
Olio Extravergine di oliva da agricoltura biologica
Italian Chinese (Simplified) Dutch English French German Spanish

 

La Coltivazione

Le fasi della coltivazione sono la potatura, la concimazione, la difesa fitosanitaria e l’aratura.

La potatura   La potatura avviene tra la fine della raccolta delle olive e la fioritura, di solito nei mesi che vanno da Dicembre a Maggio; con l’uso  di particolari utensili (forbici manuali, pneumatiche, elettriche, seghetti, motosega) e la raccolta ed eliminazione di ramaglie dal terreno, presenta numerose finalità: rinnovamento dei rami produttivi; contenimento della crescita dell’albero; miglioramento della penetrazione dell’aria e della luce all’interno della chioma; diminuzione degli attacchi parassitari; eliminazione delle branche disseccate o danneggiate (es. da parassiti, intemperie varie); mantenimento della produttività costante del tempo (riduzione del fenomeno dell’alternanza della produzione); sostegno alla crescita vegetativa; prevenzione dell’invecchiamento della pianta.

La concimazione La concimazione del terreno avviene attraverso l’immissione nel terreno di prodotti di tipo organico, regolamentati dalla normativa UE in tema di agricoltura biologica: il sovescio (inizio dopo la raccolta delle olive), in particolare, detto anche concime verde, essendo una vecchia tecnica agricola che torna attuale per aumentare la fertilità biologica del terreno, è una pratica molto utilizzata in questa specie di agricoltura e consiste nella semina e nel conseguente interramento di apposite specie vegetali (le leguminose) allo scopo non di raccoglierne il prodotto ma di mantenere o aumentare la fertilità del terreno ; i risultati che si possono ottenere sono di vario tipo: aumento della materia organica al terreno; rallentamento di fenomeni erosivi ; trasferimento, attraverso l'azotofissazione , di azoto dall’atmosfera al terreno e conseguente aumento di contenuto di azoto nel terreno.

La difesa fitosanitaria è regolamentata dalla normativa UE in tema di agricoltura biologica ed è  l’insieme delle azioni volte a distruggere i parassiti di ogni genere che danneggiano le colture o a contenerne i danni.

L’aratura L’aratura del terreno è una pratica colturale antichissima: la  terra è rimossa, collocando lo strato superficiale, i sarmenti e le malerbe in profondità, mentre gli strati profondi sono portati in superficie ed esposti all’azione degli agenti atmosferici. Un’azienda, produttrice di olio extravergine di oliva secondo il metodo dell’agricoltura biologica, può procedere alla fase dell’aratura dopo che il processo della concimazione risulta effettivo in termini di tempo (fine Marzo), in estate e in autunno durante la raccolta delle olive.

 

Le fasi della coltivazione sono la potatura, la concimazione, la difesa fitosanitaria e l’aratura.

La potatura  La potatura avviene tra la fine della raccolta delle olive e la fioritura, di solito nei mesi che vanno da Dicembre a Maggio; attuata attraverso l’uso  di particolari utensili (forbici manuali, pneumatiche, elettriche, seghetti, motosega ) e la conseguente raccolta ed eliminazione di ramaglie dal terreno, presenta numerose finalità: rinnovamento dei rami produttivi; contenimento della crescita dimensionale dell’albero; miglioramento della penetrazione dell’aria e della luce all’interno della chioma; diminuzione della suscettibilità agli attacchi parassitari; eliminazione delle branche disseccate o danneggiate (es. da parassiti, intemperie varie); mantenimento della produttività costante del tempo (riduzione del fenomeno dell’alternanza della produzione); sostegno alla crescita vegetativa; prevenzione dell’invecchiamento della pianta.

Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE

Cerca